Monday, November 05, 2007

La governante di Jevons


Mi fa un po' fatica, scrivere le recensioni.
In ogni modo questa è facile: "La governante di Jevons - Storie di precursori dimenticati", di Paolo Albani, è un libricino di racconti che si raccontano volentieri; anzi, basta raccontarli, per recensire.

Sono 22 storie brevissime (2, 3 pagine) che descrivono appunto gli immaginari precursori di personaggi o vicende reali. Sono storie divertenti e surreali, in forma di parodie di scritti scientifici, storici, giornalistici. Come già dissi, è un libro che mi ha ricordato subito "Cantatrix Sopranica L" di Perec (che evidentemente ne è precursore).

Oltre a riassumere le 22 storie ci sarebbe anche da dir qualcosa sul concetto di precursore, su come le grandi opere letterarie e artistiche (almeno in epoca moderna) creino i propri precursori; però non vorrei appesantire. Per la stessa ragione non entro nel merito, per ora, del carattere oulipiano-ma-anche-fiabesco dei racconti di Albani.
Quindi, le storie:

L'improbabile fisico americano James Balmer-Kress (mi piacerebbe fare anche un'esegesi dei nomi citati/inventati da Albani, chiusa parentesi) mette in piedi nel 1899 un esperimento per verificare il cosiddetto effetto farfalla. Alla lettera. Mette in gabbia tot farfalle, studia un metodo per farle agitare e poi controlla gli eventi climatici in Indonesia, valutando statisticamente le eventuali variazioni.

Due pionieri della Psicologia definiscono gli Stati di Incertezza propri dell'essere umano. Esempi: la Ring Uncertainty è il dubbio sul se rispondere o no al telefono mentre si guarda un film o si fa la doccia; la Meteoropatic Uncertainty descrive l'assillo sul prendere o no l'ombrello uscendo di casa in giornata nuvolosa; etc.

Il critico Reinhard Koch dedica uno studio e un catalogo ai Pittori della Domenica, definendone accuratamente la tipologia e le individualità.

Non si tratta di precursori ma di una stupenda e feroce satira della rivista d'arte Flash Art: viene descritta l'ascesa al successo della rivista Cash Art (rotfl!).

Manlio Traversari viene arrestato per una sorta di esercizio abusivo della professione medica: egli entrava negli ospedali, si metteva un camice e poi rivelava a un visitatore di aver visto in lui i sintomi di una malattia mortale. Ciò allo scopo di indurre nelle sue vittime una maggior cura per sé stessi.

Peter Kien, il celebre sinologo protagonista di "Auto da fé" di Canetti, scrive una "Caratteriologia dei pantaloni". Il pittore Schlimm scrive a sua volta un trattato: "L'anima dei calzini"; egli dedica del resto tutta la sua attività artistica a dipingere calzini.

Nel 1877 la "Alfred Lerner & Sons", fabbrica inglese di posate, commissiona una ricerca all'Institute of Human Research "Wilfred Alcott" riguardante la scomparsa delle posate, ovvero come, quando e quanto vanno smarriti i singoli pezzi di un servizio di posate in una famiglia.

Le ricerche bizzarre (quelle dei Premi Ignobel, per intendersi) hanno una lunga storia e casistica (e aneddotica, soprattutto). Tra i precursori del genere si ricorda William Stanley Jevons (1835-1882), economista, autore e sostenitore di una teoria secondo la quale c'è una corrispondenza tra i cicli delle macchie solari e le crisi economiche. L'intuizione venne a Jevons da una lettera della sua governante...

Antonio Polidori, Commissario della Polizia di Stato negli anni '70, si specializza nella caccia ai non-assassini: quando avviene un delitto nella sua zona di competenza, dopo che è stato trovato il colpevole egli indaga sul maggior numero possibile di persone nell'area del delitto per scoprire - o far confessare - che ognuno di essi è un non-assassino riguardo a quel delitto.

Il ceppo influenzale detto la Birmana colpì nel 1994 larghe fasce della popolazione con i suoi sintomi del tutto singolari: la Birmana induceva infatti la perdita della percezione spaziale e del coordinamento motorio.

La poesia e la vita demenziale di Learco Pignagnoli sono descritte dai suoi versi e da molti aneddoti. Il Pignagnoli non è per altro un'invenzione di Albani: la sua bizzarra non-esistenza è già stata ampiamente documentata da Paolo Nori e dai suoi amici di Parma (i Bogoncelli). Il precursore del Pignagnoli è del resto Nello Bogoncello, immortalato in varie fanzine anni '90.

Il poeta australiano Norman Steele è il precursore di molti scrittori che, ad un certo punto della loro vita e carriera, scompaiono, fanno perdere le loro tracce. Steele, all'età di 42 anni, fa redigere da un notaio un Atto di Distacco in cui dichiara di non voler più avere a che fare con tutti i suoi amici e parenti; il notaio dovrà notificare l'atto a tutti gli interessati.

Sandro Bartolini è precursore della stampa scandalistica inventata. Tra i suoi scoop: Brigitte Bardot era un uomo; Walt Disney girò i primi film porno della storia; Churchill e Giorgio VI amavano vestirsi da donna - insieme.

Mario Lo Diacono scrive stroncature di opere (anche celebri) dichiarando di non averle mai lette.

Il signor Salvatore Mastropasqua prova ad iniziare un'attività professionale come "assaggiatore di parole" - precursore di editor troppo zelanti.

Alfonsina Lotti e Giuliano Brogi si fanno operare per diventare due gemelli siamesi - cuciti insieme.

Nel 1857 il piccolo Giampiero, onanista incallito e impenitente, diventa cieco.

Nel 1823 Stefan Norwid studia, sul campo, gli abitanti delle isole Grotriand e la loro lingua; la particolarità di tale lingua consiste nel fatto che concetti opposti si indicano con la medesima parola.

Calogero Furlan è un uomo così sensibile che, per esempio, non cava i tappi di sughero per non trafiggere il sughero; protegge le ragnatele con coperte; traccia corsie preferenziali sul suo terreno per le lumache; mette reti attorno agli alberi dove le foglie possano cadere senza farsi male.

Gerolamo Di Gerolami esaspera i suoi famigliari con lamenti sempre uguali e regolarmente ripetuti. Finché un giorno non smette di colpo.

L'Università di Genova organizza un convegno su "Felice Corsetti, un precursore dell'idea di poesia come verità". La storia dimostra che aveva torto.

Un anziano professore di Busto Arsizio fonda l'ANPNR, Associazione Nazionale Precursori Non Riconosciuti.

1 comment:

pbeneforti said...
This comment has been removed by the author.